8 grandi storie imprenditoriali #successstories

Come i grandi leader non inseguono
Quanto tempo sprechiamo alla ricerca di scorciatoie magiche per il successo e la realizzazione imprenditoriale, quando sappiamo bene che l'unica vera strada è guardare la fatica, le difficoltà, le persone dritte in faccia: veri imprenditori che avviano in modo pratico dei business reali, che impiegano persone reali e che forniscono prodotti e servizi reali a veri clienti.

Sì, sappiamo che è molto difficile. C'è molto lavoro da fare, ma questa è la vita. Inoltre, guardiamo il lato positivo: se sei un imprenditore puoi fare quello che vuoi e farlo a modo tuo. C'è solo una cosa fondamentale: devi iniziare da qualche parte. Le idee e le opportunità non si materializzano dal nulla.

L'unico modo per iniziare è quello di imparare a fare bene qualcosa e iniziare a lavorare. Per nostra esperienza, è da lì che sembrano sempre venire le idee, le opportunità, i partner e le finanze. Certo, ci vuole anche un'enorme quantità di duro lavoro, ma ciò significa anche avere grandi soddisfazioni!

Se vuoi essere un imprenditore, ecco otto storie di successo relative ad aziende di cui hai sicuramente sentito parlare.

La strada di Pierre Omidyar. Nel 1995, un programmatore di computer ha iniziato a mettere all'asta del materiale sul suo sito web personale. AuctionWeb era in realtà solo un progetto personale, ma, quando la quantità di traffico Web iniziò a salire, Pierre iniziò a far pagare delle commissioni agli inserzionisti, passando ad un progetto davvero imprenditoriale. Assunse il primo dipendente solo per gestire le entrate delle commissioni. Il sito è ora conosciuto come eBay.

La strada di John Ferolito e Don Vultaggio. Negli anni '70, un paio di amici di Brooklyn hanno avviato un distributore di birra sul retro di un vecchio autobus VW. Due decenni dopo, dopo aver visto cosa stava facendo Snapple con i suoi tè, decisero di cimentarsi con le bibite e lanciarono il tè verde AriZona. Oggi, i tè AriZona sono i numeri 1 in America e sono distribuiti in tutto il mondo. I due amici possiedono ancora il brand.

La strada di Matt Maloney e Mike Evans. Quando un paio di sviluppatori di software di Chicago che lavorano per Apartments.com si sono stancati di chiamare ristoranti in cerca di cibo a portar via per le loro cene dopo il lavoro, la lampadina si è accesa: perché non c'è un unico punto vendita dove trovare qualsiasi tipo di cibo? Così la coppia ha deciso di avviare GrubHub, che è entrato in borsa lo scorso aprile e ora ha un valore di oltre $3 miliardi.

La strada di Joe Coulombe. Dopo aver gestito una piccola catena di negozi nel sud della California, Joe Coulombe ha avuto un'idea: che i laureati universitari potessero desiderare qualcosa di meglio del solito seven eleven (piccoli market che vendono cibi di bassa qualità). Così ha aperto un market a tema tropicale a Pasadena, lo ha rifornito di cibo sano, buon vino e bevande alcoliche, ingaggiato personale qualificato e le ha pagate bene. Ha aggiunto più luoghi vicino alle università, poi a cibi sani, ed è così che ha iniziato il commerciante Joe.

La strada di Howard Schultz. Un viaggio a Milano ha dato a un giovane marketer che lavorava per una torrefazione di Seattle un'idea per un caffè espresso all'altezza di quello italiano. Il suo datore di lavoro non aveva interesse a possedere caffetterie, ma accettò di finanziare l'impresa di Schultz e gli diede persino il suo marchio per poche centinaia di dollari, Starbucks.

La strada di Phil Robertson. C'è un ragazzo che amava così tanto la caccia alle anatre che scelse di giocare a football professionistico per la NFL. Ha inventato una Duck Call, ha fondato una azienda chiamata Duck Commander, alla fine ha incaricato suo figlio Willy di farla crescere, e ha generato un impero mediatico e di mercato per una nuova famiglia di collorossi conosciuta come Duck Dynasty.

La strada di Konosuke Matsushita. In Giappone, nel 1917, un apprendista ventitreenne della Osaka Electric Light Company senza istruzione ha inventato una presa da corrente più funzionale di quelle in commercio. Il suo capo non era interessato a questa scoperta, così il giovane Matsushita ha iniziato a fare campioni di questa presa nel suo seminterrato. In seguito ha inventato le lampade per bici alimentate a batteria e altri prodotti elettronici. Matsushita Electric, come era noto fino al 2008 quando la società ha cambiato ufficialmente il suo nome in Panasonic, ora ha un valore di $66 miliardi.

La strada di Steve Wozniak e Steve Jobs. Amici sin dalle scuole superiori, i due, scappati dal college hanno acquisito una notevole visibilità nel mondo dei computer mentre lavoravano insieme a software di videogiochi durante il turno di notte ad Atari. Anche il terzo fondatore della Apple, Ron Wayne, era un turnista della Atari.

Il mondo è pieno di possibilità e infinite opportunità, ma la tua vita e la tua carriera sono limitate, il che significa che hai un tempo limitato per trovare ciò che stai cercando e lasciare un segno nel mondo. Questo è il tuo momento. È limitato, quindi non sprecarlo. Trova qualcosa che ti piace fare e inizia, agendo in modo strutturato, strategico e costante. È così che i veri imprenditori ottengono successo.
*/?>