I Social Network, da Linkedin a Facebook. Come fare business in epoca di web economy

I Social Network, da Linkedin a Facebook. Come fare business in epoca di web economy

Mentre Linkedin festeggia 13 anni, i numeri dei suoi utenti crescono, in Italia e all’estero. Nel Nostro Paese il social network per i professionisti dichiara di aver raggiunto 9 milioni di iscritti. Un milione in più da marzo 2015. E anche l’headquarter italiano è passato da 4 dipendenti, alla nascita, ai 26 di oggi.

L’obiettivo di Linkedin è far crescere il proprio team e il numero di iscritti sulla piattaforma per creare opportunità economiche per il mondo del lavoro a livello globale, riuscendo così a soddisfare tutti i settori produttivi. Oggi Linkedin registra più di 4 milioni di aziende e più di 42.000 si avvolgono dello strumento LinkedIn Recruiter per trovare il candidato giusto per il proprio team di lavoro. 

Tra i social network amati dall’azienda, c’è anche Facebook che conta quasi 1,65 milioni di utenti. Insieme a Instagram, è una delle piattaforme più utilizzati per fare business in epoca di web economy.

Già 50 milioni di aziende nel mondo hanno una pagina Facebook, la Fanpage, canale che ha permesso di raggiungere oltre un miliardo e mezzo di persone. E, quelle che investono in advertising, hanno incrementato ancora di più il proprio business

“La digitalizzazione può giocare un ruolo importante per le Pmi italiane - ha sottolineato Luca Colombo, Country Manager di Facebook Italia - per conquistare mercati esteri e cogliere nuove occasioni di business”. Un esempio? La Fiorin, azienda ligure che si occupa della produzione e fornitura di mobili e arredi. Grazie a Facebook, ha registrato un incremento delle proprie vendite del 37% e il tutto esaurito in negozio.

La strada è ancora lunga, ma la comunicazione 2.0 sembra essere la via per la ripresa economica.