Microsoft compra Linkedin. E punta a un social network che unisca servizi e connessioni

Microsoft compra Linkedin. E punta a un social network che unisca servizi e connessioni
Microsoft compra Linkedin per 26,2 miliardi di dollari. Il social network dei professionisti, che oggi conta 400 milioni di utenti, ora è di proprietà del gruppo fondato da Bill Gates. Un’acquisizione importante che testimonia l’interesse del gruppo a puntare sempre più sullo sviluppo dei propri prodotti e di software. Pensare che Instagram fu acquistato da Facebook per 1 miliardo; per WhatsApp ne furono sborsati 19 milioni e, infine, per Skype 8,5 miliardi. Linkedin ne vale molti di più, a testimonianza del ruolo che oggi ricopre questo social.

Secondo quando riportato dal Wall Street Journal, LinkedIn “manterrà il proprio brand distintivo, cultura e indipendenza”, quindi, al momento, la fusione non dovrebbe ripercuotersi sulla missione e sulla natura del social network

L’obiettivo di quest’operazione è quello di rafforzare i servizi di Linkedin così da renderlo più competitivo e una piattaforma ideale per il mondo del lavoro. Dopo che Facebook ha lanciato la funzione “Facebook at Work”, un servizio ancora in via di definizione che vuole fornire servizi per le aziende, Linkedin vuole rafforzare la propria immagine come social che fa incontrare domanda e offerta. Queste sono le ambizioni della ‘nuova era’. Il futuro dei social professionali sembra essere quello di unire servizi e connessioni in un'unica piattaforma.