#successstories Cacciato da scuola alle superiori e ora imprenditore da 80 milioni

Simon Dolan. Il ragioniere partito da un annuncio di 10 sterline che ha creato un impero.

Non molte persone possono far derivare il loro successo - e lo status di multi-milionario - da una pubblicità che hanno inserito in un giornale locale. Ma per Simon Dolan, un annuncio pubblicitario da 10 sterline che promuoveva i suoi servizi di contabilità ha rappresentato un cambiamento radicale. 

All'età di 22 anni, il sig. Dolan era in disoccupazione da 15 mesi dopo aver perso sia la patente di guida che il lavoro per guida in stato di ebbrezza. Una situazione a dir poco difficoltosa.

Ma quell’annuncio funzionò. "Un cliente chiamo dopo tre settimane dall’uscita e mi affidò la sua contabilità. Questo significava che potevo inserire un altro annuncio, che mi portò un altro cliente."

Dopo aver lavorato come ragioniere dal tavolo della cucina per cinque anni, nel 1997 ha aperto la prima filiale di SJD Accountancy a Berkhamsted, a 26 miglia a nord-ovest di Londra. L'azienda è cresciuta rapidamente ed è diventata un leader di mercato nel settore della contabilità degli appaltatori.



“Sempre più grande”.

Con forti profitti, le società di private equity hanno iniziato a girare. Nel 2014, con 14.500 clienti nei suoi libri contabili e un giro d'affari di circa 20 milioni di sterline, Dolan ha venduto la società a Sovereign Capital come parte di un affare da 100 milioni di sterline.

Come proprietario di SJD, il signor Dolan afferma di aver incassato £ 81 milioni - anche se è pronto a sottolineare che il suo successo è avvenuto gradualmente.

"Abbiamo utilizzato il flusso di cassa per aprire altre filiali", afferma Dolan, 49 anni, originario di Chelmsford, nell'Essex. "Non abbiamo mai comprato nessuno, tutta la crescita è stata organica, è stata una bella impresa senza costi di capitale, a corto di computer e persone".

Dice che la crescita è venuta dal voler sempre fare più del mese precedente.

"Ho guadagnato £ 800 il primo mese dopo che volevo fare £ 1,000, quindi se continui a farlo negli anni ovviamente diventa sempre più grande."



Tuttavia, il successo dell'azienda ha anche presentato delle sfide: sotto la sua proprietà, un manipolo di personale ha cercato di truffare denaro a SJD, rubando somme che vanno da £ 10.000 a £ 60.000.

"Nessuno è mai riuscito a farcela", dice Dolan. "E 'stato difficile ma so che non era evitabile: abbiamo impiegato più di 200 persone in qualsiasi momento e statisticamente qualcuno ruba”.

La gioventù a Wayward 

Il successo di Mr Dolan è forse ancora più insolito visto che è stato espulso da scuola a 16 anni, perché, come descrive, "faceva sempre domande scomode".

L'imprenditore ora descrive il sistema di istruzione inglese come "inutile e poco pratico" e critica il modo "incessante" in cui i giovani vengono spinti verso l'università come un modo per ottenere un buon lavoro.

"Per me, devo sempre vedere lo scopo pratico in qualcosa e se questo non ha senso per me, allora non c'è alcun incentivo".

Sono state le attività che ha fatto fuori dalla scuola che hanno acceso la sua passione per gli affari. A 10 anni consegnava i giornali e a 13 anni vendeva gratta e vinci a scuola.


Dice di essere sempre stato affascinato dai numeri.

“Durante la scuola elementare ero bravo in matematica, forse perché i soldi provengono da lì!.”


Pilota da corsa

La passione per la corsa ha guidato il signor Dolan a fare investimenti sorprendenti nell’automobilismo. L'imprenditore seriale ha avviato la propria squadra di corse automobilistiche, Jota Sport, nel 2008 dopo che sua moglie gli ha comprato un giorno di guida in pista come regalo di compleanno. Jota Sport è nata da una squadra di corse esistente chiamata Team Jota.

Il signor Dolan e diventano un pilota provetto, arrivando quinto insieme ad altri due compagni di squadra nella 24 ore di Le Mans a Le Mans nel 2014. L'impresa ha portato giovamenti finanziari. apportando circa 8 milioni di sterline lo scorso anno con utili al lordo delle imposte di circa £ 500.000

Il signor Dolan possiede anche Jota Aviation, una compagnia aerea con sede nell'aeroporto di Southend, un po’ meno avventurosa della pretendete. 

Lo scorso settembre è tornato nel settore contabile del Regno Unito con Dolan Accountancy, un gruppo che gestisce con alcuni vecchi colleghi. Il modello è "completamente identico" alla sua ultima attività contabile, afferma, con l’ulteriore vantaggio che ora conosce l'industria “più che bene".

La nuova azienda crescerà velocemente quanto la SJD? Sicuramente il settore della contabilità nel Regno Unito si sta espandendo, con le prime 100 pratiche che generano entrate per commissioni di 14,2 miliardi di sterline nel 2017 - rispetto ai 13,1 miliardi di sterline nel 2016, secondo la pubblicazione contabile Accountancy Age.



Mercato diverso

Tuttavia, il direttore Emma Smith afferma che il mercato è diverso rispetto a qualche tempo fa, e che il signor Dolan dovrà essere agile per affrontare le nuove sfide.

"Nuove normative e maggiori obblighi di conformità sono due grattacapi chiave per l'industria della contabilità, ma forse la sfida più grande è la tecnologia”.

"Sta trasformando il settore contabile, spostando il ruolo di contabile da quello di conformità e numeri a quello di consulente strategico e fidato per le imprese".

Mentre lei dice che alcune pratiche contabili hanno abbracciato il cambiamento, "altre aziende stanno lottando con questo".

Nonostante il suo successo, Dolan ammette che molte delle sue idee imprenditoriali non sono decollate - tra cui il lancio di una società di modelle.

"E 'stato un investimento molto piccolo", dice, "ma quando guardo indietro mi rendo conto che non avrebbe mai portato soldi".

Dice che il lancio di un profumo è stato il suo più grande fallimento. “E’ un mercato rischioso, ma se riesci a lanciare bene il prodotto, puoi guadagnare molto bene. Sono deluso perché non ho prestato abbastanza attenzione a questo progetto”.



Trasferimento a Monaco

Nel 2013, il signor Dolan ha lasciato il Regno Unito per Monaco, un paradiso fiscale, dove vive ancora con sua moglie e due figli, di 13 e 16 anni.

"La nostra casa è stata svaligiata e presa sotto mira da delinquenti. Ho una giovane famiglia e non volevo vivere in un posto dove non mi sentivo al sicuro.

"Così ho iniziato la ricerca e ho scoperto che Monaco è uno dei posti più sicuri in cui vivere, non aveva nulla a che fare con le tasse ma è un buon sottoprodotto".

Come un multi-milionario, si sente mai tentato di lasciare la sua attività e vivere una vita di lusso?

"L'ho fatto per circa sei mesi o giù di lì, ma amo gli affari, qualunque sia la forma, e non ho resistito nel rimettermi in gioco”.

"È come essere un calciatore: amano calciare il pallone e non vogliono mai fermarsi. Se c'è qualcosa che ami, non vuoi fermarti".

*/?>