Uffici arredati, la soluzione ‘chiavi in mano’ per il business 2.0

Uffici arredati, la soluzione ‘chiavi in mano’ per il business 2.0
C’è chi li chiama ‘uffici arredati’, chi ‘uffici chiavi in mano’, chi ‘temporary office’ e ancora chi ‘uffici temporanei’. Il nome cambia, il concetto no. Vi sono ormai in tutte le grandi città aziende specializzate nel fornire spazi office nei punti più strategici, stanze piccole o grandi in virtù delle diverse esigenze pronte ad accogliere professionisti, start up, o realtà consolidate la cui case madre è all’estero o in un luogo diverso e hanno necessità di una sede, anche temporanea.

Arredati, cablati, climatizzati, dotati di tutti i servizi necessari per essere subito operativi: una volta entrati, basterà aprire il portatile e collegarlo alla rete. A tutto il resto penserà un personale qualificato: rispondere al telefono, accogliere ospiti, ricevere posta, fax, e-mail e supportare i business man nella gestione quotidiana della vostra attività.

Se prima i temporary office erano solo una moda, ora sono una realtà capace di rispondere ai tanti cambiamenti del mercato. Una recente ricerca afferma che nell’arco degli ultimi due anni la domanda è cresciuta del 40%. Il servizio è richiesto soprattutto da professionisti, studi associati, società per la seleziona del personale, studi legali e giovani professionisti. Tra i plus, l’immediata disponibilità, la possibilità di scegliere e affittare gli spazi in poche ore dalla richiesta; il prezzo e quindi la convenienza rispetto a un affitto tradizionale, e la versatilità intesa come la possibilità di organizzare il lavoro secondo le esigenze del momento.

"La flessibilità è sempre più richiesta anche nell'organizzazione e nella disponibilità degli spazi di lavoro, dove per imprese, multinazionali e professionisti il noleggio dell'ufficio solo per periodi limitati è diventato una scelta più comoda e conveniente", dice Gianluca Mastroianni fondatore di Ufficiarredati.it, che aggiunge: "Il temporary office è una diretta conseguenza di come il lavoro è cambiato, in primis nel passaggio dal posto fisso al ruolo di free lance e startupper, figure che spesso hanno bisogno di un ufficio solo per riunioni o per l'utilizzo dei servizi di segreteria".