Ecco perché sempre più aziende scelgono il marketing nel campo sportivo.

Chiunque lavori nel marketing sa bene che una delle prime e più importanti cose da fare è la definizione dell'obiettivo. Essa richiede un approccio sistematico: dall'analisi dei bisogni del mercato all'analisi dell'esistenza di un potenziale economico che passa attraverso la definizione dei confini del mercato fino alla selezione del settore/delle sezioni del mercato da prendere in considerazione.

Le aziende scelgono sempre più di raggiungere il loro obiettivo utilizzando strumenti innovativi come CRM, guerrilla marketing, one to one, ecc. Le preferenze e le scelte dei consumatori cambiano su base giornaliera e le strategie di marketing devono seguire questa trasformazione costante se vogliono essere efficaci. Di conseguenza le aziende devono essere flessibili e pronte a cambiare rapidamente il loro strumento di marketing.

Ecco che entra in gioco il marketing sportivo: un efficace strumento pubblicitario che offre a un'azienda l'opportunità di sfruttare la passione che i consumatori hanno per lo sport.

Essere sostenitori non significa semplicemente apparire con il proprio logo sulle magliette di una squadra di calcio o sul tabellone attorno al campo di gioco. Essere sponsor significa essere in grado di trasferire al marchio o all'azienda il valore positivo dello sport raggiungendo allo stesso tempo attraverso la passione il cuore del consumatore. Il marketing sportivo è uno dei modi più efficaci per raggiungere un target specifico perché, proprio come ogni prodotto ha il suo target di consumatori, ogni sport ha il suo obiettivo di fan, spettatori e follower. Quindi le aziende devono selezionare tra tutti i diversi sport quello che ottiene il maggior numero di persone in target, controllare la copertura TV e altri media, capire cosa sta facendo la concorrenza, guardare il mercato dello sport e programmare un piano di comunicazione basato su di esso.

Questa estrema semplificazione non deve indurre in errore a pensare che pianificare un programma di sponsorizzazione sia un compito facile. Ci sono tanti giocatori diversi attorno a un evento sportivo, solo per citarne alcuni: atleti, club, promotori, sponsor, agenti, tv e altri media, sostenitori e così via per essere sicuri che tutto sia adeguatamente curato da uno ha bisogno di gestire attentamente ogni aspetto. I piani di marketing partono sempre dall'immaginazione e dalla creatività, ma i risultati vengono raggiunti solo attraverso una buona pianificazione e una perfetta implementazione, per questo richiede un programma di marketing sportivo ben strutturato. Eccone un esempio:

  • Una ricerca specifica per valutare la congruenza tra prodotto e sport
  • Un attento esame del mercato dello sport prescelto per raggiungere un accordo con il partner più affidabile
  • Una buona campagna di comunicazione
  • PR costante e mirata
  • Persone affidabili sul campo

In poche parole si ha bisogno di un'organizzazione stabile con tanta esperienza e un approccio professionale per essere sicuri di ottenere il massimo da una sponsorizzazione.
E tu cosa ne pensi? Credi che il marketing abbia cambiato il mondo dello sport? 
Faccelo sapere in un commento!
*/?>